cantine spinelli (ch)

La costruzione di una cantina di vinificazione pone sempre diversi livelli di analisi e studio: • Il sito, il genius loci, l’integrazione fra territorio e costruito; • La funzionalità della produzione, essendo questa fondamentale e baricentrica all’investimento; • La comunicazione sottesa al progetto, in altri termini il legame tra tipologia della cantina e il vino da essa prodotto; • La promozione del prodotto e del territorio. Situata a monte dell’attuale cantina la nuova costruzione rappresenterà un valore aggiunto per il territorio. Occupazione, sviluppo turistico/economico, pubblicità a livello nazionale e internazionale, rientrano tra i vantaggi che possono oggi seguire investimenti di questa natura. Ovviamente quando si affronta la realizzazione di una nuova cantina, si affronta un processo positivamente complesso, causa di inevitabili trasformazioni non solo nell’assetto del paesaggio circostante, ma anche nell’assetto della struttura sociale ed economica del territorio: un impegno culturale a tuttotondo in cui si traducono doti di sensibilità e conoscenza insieme ad una consolidata professionalità. Accoglienza e comunicazione si candidano come temi fondamentali nell’attività di progettazione della nuova cantina Spinelli: l’architettura deve interpretare e tradurre i valori predetti assieme alle potenzialità dei luoghi, così come il vino che viene prodotto interpreta e traduce le caratteristiche della terra da cui proviene e della cura di cui è stato oggetto durante le lavorazioni. L’intervento strategicamente più importante è rappresentato dalla costruzione di una nuova cantina, dimensionata per accogliere i volumi di prodotti aziendali previsti, ma allo stesso tempo adeguatamente inserita nel contesto ambientale e paesaggistico con continui rimandi alla memoria dei luoghi e alla tradizione. La struttura sarà inserita all’interno della collina per sfruttare il sistema della “lavorazione per caduta”. Questa tipologia di lavoro risulta particolarmente favorevole per il mantenimento delle qualità organolettiche dell’uva in quanto permette di evitare l’uso delle pompe di travaso, che potrebbero influenzare negativamente la qualità del mosto.

progettisti
fiorenzo valbonesi
collaboratori
simone silvani, gianluca macchini, marcello bertozzi, simone gabrielli, william meli, stefano turroni, agnese valbonesi
partners
aei progetti, emex engineering
prestazioni

coordinamento, progettazione architettonica (preliminare, definitiva ed esecutiva) e direzione lavori

anno progettazione
2007
anno ultimazione
2016
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
Realizzazione e gestione tecnica del sito a cura di
iprov.com Iprov.com
Grafica, design e comunicazione
cosmobile.net Cosmobile.net
Sviluppo e gestione dati